È soffice e protegge dal caldo e dal freddo: si tratta del cashmere.

Scopri l’origine e le qualità della fibra che usiamo per produrre maglie e accessori. 

Tutte le maglie e gli accessori del nostro e-Commerce sono in 100% *Cashmere.
Scopriamo qualcosa di più su questo materiale.

Il cashmere è una fibra tessile che viene dal pelo della Capra Hircus, la capra domestica, allevata in Iran, Mongolia, Tibet, Afghanistan e anche nella zona del Kashmir, da cui deriva il nome.
In queste zone il clima è molto freddo e la capra si è dovuta adattare per sopportare i rigidi inverni, quando la temperatura scende anche fino a 30° sotto zero, ma anche le roventi estati.
Il suo corpo è ricoperto da uno strato superficiale più grezzo e ruvido, detto giarre, e da un sottopelo isolante molto denso e sofficissimo, detto duvet, caratterizzato da proprietà termoregolatrici. Ed è proprio dal duvet che si produce il cashmere.

Durante la muta del pelo, in primavera, i pastori raccolgono questa peluria tramite una pettinatura manuale assolutamente innocua per l’animale. Ma perché il cashmere è così prezioso e pregiato? Oltre che per le sue caratteristiche, devi sapere che da una capra si raccolgono solo 2 etti di pelo: una quantità piuttosto contenuta che ne determina il pregio e il costo.

Le caratteristiche del cashmere

  • Una coccola sulla tua pelle: morbido e soffice, non genera irritazioni e fastidiosi pruriti
  • Va bene sia d’inverno che d’estate perché grazie alla termoregolazione mantiene la temperatura del corpo costante
  • Assorbe l’umidità e il sudore: te lo abbiamo già detto che è perfetto anche d’estate, no?
  • Non attira la polvere e nemmeno i campi elettromagnetici: capelli elettrici, addio!
  • Il vero cashmere è composto da 2 fili ritorti: 2ply e non 1ply!
  • Va usato con cura: mai indossare il tuo maglione in cashmere per più di 1 giorno di fila. Leggi i nostri consigli sulla cura del cashmere per saperne di più!
Il prezzo del cashmere

Non farti abbagliare da quei maglioni in cashmere che costano poche decine di euro, perché con molta probabilità quello che hai di fronte è un cashmere di scarsa qualità. Un chilo di cashmere di alta qualità costa infatti circa 160 euro. Come si spiega questo prezzo? La rarità delle capre che producono questo materiale, la difficoltà di allevarle e l’esigua quantità di pelo che i pastori riescono a ricavare, fanno sì che la produzione non sia intensiva e che il costo non sia propriamente basso. 

Noi riusciamo a vendere i nostri capi a un prezzo  veramente interessante, perché ne curiamo l’intero ciclo produttivo, dalla creazione alla vendita finale, senza passaggi intermedi. In questo modo possiamo tagliare i costi senza rinunciare alla  qualità e all’artigianalità del prodotto

Come riconoscere il vero cashmere

Riconoscere il vero cashmere non è semplice, ma vogliamo darti alcuni consigli utili per fare la tua valutazione. 

Prima di tutto dai un’occhiata all’etichetta cucita sul rovescio del capo, su cui potrai leggere la composizione e i consigli di manutenzione. 

Altri fattori importanti da valutare sono la lunghezza, la finezza e il colore delle fibre: quanto più lunghe e fini sono,  migliore è la qualità e la capacità di mantenere intatte le loro proprietà dopo il lavaggio. Presta attenzione anche al numero di fili con cui è prodotto un capo.

Nel nostro e-Commerce troverai alcuni capi tessuti a 2 fili e altri tessuti a 4 fili: i primi sono più leggeri dei secondi e sono migliori rispetto a quelli ad un solo filo, perché la torsione di 2 capi ritorti tra loro va a compensare la torsione del filato semplice.